La mia grattugia: guida all’acquisto

A tutti coloro che pensano che una raspa sia solo una grattugia… la nostra guida vi farà cambiare idea su questo indispensabile strumento in cucina. Che si tratti di una campana, di una tavola o di una lima, una grattugia manuale deve essere in grado di ridurre facilmente carote e parmigiano in copaux di qualità.

Nome
Rallador 4 caras
Grattugia per formaggio - Grattugia a 6 facce con...
Imetec GR1 1000 Grattugia Elettrica, Rullo in...
Rallador 4 caras
Grattugia per formaggio - Grattugia a 6 facce con...
Imetec GR1 1000 Grattugia Elettrica, Rullo in...
Multiuso
Potenza
N/A
N/A
150 watt
Grattugia elettrica
Grattugia a 6 facce
Materiale
Plastica
Acciao inossidabile
Acciaio inossidabile
Recensione
Spedizione 24 ore
Prezzo
20,03 EUR
16,97 EUR
64,00 EUR
Nome
Rallador 4 caras
Rallador 4 caras
Multiuso
Potenza
N/A
Grattugia elettrica
Grattugia a 6 facce
Materiale
Plastica
Recensione
Spedizione 24 ore
Prezzo
20,03 EUR
Nome
Grattugia per formaggio - Grattugia a 6 facce con...
Grattugia per formaggio - Grattugia a 6 facce con...
Multiuso
Potenza
N/A
Grattugia elettrica
Grattugia a 6 facce
Materiale
Acciao inossidabile
Recensione
Spedizione 24 ore
Prezzo
16,97 EUR
Nome
Imetec GR1 1000 Grattugia Elettrica, Rullo in...
Imetec GR1 1000 Grattugia Elettrica, Rullo in...
Multiuso
Potenza
150 watt
Grattugia elettrica
Grattugia a 6 facce
Materiale
Acciaio inossidabile
Recensione
Spedizione 24 ore
Prezzo
64,00 EUR

Alcuni sanno anche come scorticare gli agrumi e ridurre le radici in polvere. Ne abbiamo testati ben trenta per trovare i migliori.

Paderno - Grattugia formaggio rotatoria - Italian Cooking Store
Dopo 45 ore di ricerca e test su 34 modelli in tre anni, siamo convinti che la migliore grattugia per le vostre pentole sia la Cuisipro Surface Glide a quattro facce. I suoi denti sottili e affilatissimi grattugiano formaggio, carote e patate con incredibile facilità ed efficienza, meglio di qualsiasi altro modello. È anche più versatile di altre grattugie a campana, poiché sbuccia la scorza degli agrumi e affetta le patate con la stessa pulizia con cui tritura ogni tipo di cibo in brandelli di varie dimensioni.

Le migliori Grattugie sul mercato!

La nostra prima scelta di grattugia

Per la maggior parte degli amanti del cibo, una grattugia è una grattugia. Ma, dopo aver testato decine di modelli, possiamo dirvi che è molto di più: è anche uno strumento per pelare le bucce e persino per affettare. Il Cuisipro a quattro facce è l’unico modello che abbiamo trovato che svolge con successo tutti e tre i compiti. Eccelle in particolare perché combina la versatilità di una tradizionale grattugia a campana con i denti fini e affilati che si trovano di solito sulle grattugie verticali o a file. A nostro avviso, la qualità superiore del Cuisipro (e la sua garanzia di 25 anni) giustifica il suo prezzo più alto.

La nostra classifica:

Primo posto grattugia WMF

WMF Top Tools 686166040 Grattugia per noce moscata
49 Recensioni
WMF Top Tools 686166040 Grattugia per noce moscata
  • Inhalt: Muskatreibe Top Tools, L 8cm, aus Edelstahl Rostfrei und Kunststoff | Artikelnummer:...
  • Material: Edelstahl Rostfrei und Kunststoff
  • Kleine Muskatreibe mit sehr scharfem Reibebild für Muskatnüsse und andere harte Gewürze wie...
  • Die Kappe der Muskatreibe ist abnehmbar um die Nüsse in der Reibe aufzubewahren.
  • Spülmaschinenbeständig

Secondo posto grattugia per il burro Cookit

cookit – Easy Butter grattugia per burro,...
9 Recensioni
cookit – Easy Butter grattugia per burro,...
  • cookit – Easy Butter grattugia per burro, colore blu
  • - -

Terzo posto grattugia Molino de Moha

Moha - Mulino per grattugiare Formaggio
227 Recensioni
Moha - Mulino per grattugiare Formaggio
  • Grattugia il queso. Adeguato per noci, cioccolato, pane secco ed uova cocidos.Due elementi di...

Quarto posto grattugia Moulinex Mouli-Julienne

Moulinex K10110 Manodomestico Moulin Julienne per...
465 Recensioni
Moulinex K10110 Manodomestico Moulin Julienne per...
  • 3 dischi inclusi per grattuggiare, affettare e tagliare a julienne
  • Modello: Moulinex K10110
  • Plastica, acciaio inox
  • Lavabile in lavastoviglie
  • Per grattugiare, tritare e affettare

Quinto posto grattugia Moulinex Mouli-Grattugia

Moulinex A45606 Moulin per Grattugiare, Inox
380 Recensioni
Moulinex A45606 Moulin per Grattugiare, Inox
  • Grattuggia Inox
  • 1 Rullo
  • Lavabile in lavastoviglie
  • Sia per destri che per mancini

Il test completo

– Perché fidarsi di noi

– Per chi sono queste grattugie?

– Come abbiamo fatto le nostre scelte

– Come abbiamo fatto i nostri test

– La nostra prima scelta di grattugia: la grattugia a quattro lati Cuisipro Surface Glide.

– I suoi difetti che non sono proibitivi…

– Degno di nota a lungo termine

– La nostra scelta a basso costo: IKEA 365 + Värdefull

– Consigliamo anche: Microplane 46020 Premium Classic Rape

– Manutenzione e pulizia

– Concorrenti

– Fonti

Perché fidarsi di noi

Winnie Yang, capo sezione di Wirecutter e autrice della prima versione di questa guida, ha lavorato nel settore della ristorazione: ha fatto incursioni nelle cucine dei ristoranti, ha venduto attrezzature da cucina al dettaglio e ha prodotto cioccolato. In precedenza, è stata redattrice del sito web Culinary Backstreets e del trimestrale The Art of Eating. I suoi crediti includono Flavour, Condé Nast Traveler, Feast, Jamie e Tasting Table.

Anna Perling, junior editor di Wirecutter, si occupa da diversi anni delle attrezzature per la cucina del sito. È appassionata di cucina ed è stata pubblicata sulle riviste Saveur e Kinfolk.

– David Lebovitz, ex pasticcere di Chez Panisse, che ha pubblicato otto libri di ricette, l’ultimo dei quali si chiama L’Appart: The Delights and Disasters of Making My Paris Home: L’appart: Le delizie e i disastri del fare la mia casa a Parigi);

– Lillian Chou, ex responsabile della sezione Cucina della rivista Gourmet, ora freelance e consulente gastronomico;

– Joan Nathan, autrice di numerosi libri di cucina tra cui “La tavola di Re Salomone”;

– Tim Kemp, Culinary Manager di Blue Apron, un servizio di consegna a domicilio di ricette e ingredienti per la preparazione di pasti fatti in casa;

– Allison Arevalo, ex comproprietaria del ristorante Oakland’s Homeroom maccheroni e formaggio e autrice di un libro di cucina sul tema: The Mac + Cheese Cookbook

– Tara Marchionna e Alistair Bramley, che erano product designer di Smart Design quando li abbiamo intervistati e hanno progettato grattugie e molti altri strumenti e gadget, anche per OXO.

Varie recensioni sulla grattugia

Per l’aggiornamento del 2018 abbiamo consultato altre sette recensioni e confronti, tra cui quelle pubblicate da The Spruce, Real Simple e Cook’s Illustrated. Abbiamo anche verificato bbiamo fatto uno zapping ai limoni con i fori più fini di ogni grattugia per vedere quali modelli lo fanno più pulito.
Abbiamo fatto uno zapping ai limoni con i buchi più fini in ogni grattugia per vedere quali modelli vengono fuori in modo più pulito. TAGLIAFILI /KYLE FITZGERALD
Abbiamo anche grattugiato il pecorino romano, alla ricerca di scaglie sottili e ariose.
Abbiamo anche grattugiato il pecorino romano, alla ricerca di scaglie sottili e ariose. TAGLIAFILI /KYLE FITZGERALDcosa c’è di nuovo nelle grattugie a campana, piatte e a forma di file di negozi e marchi come Amazon, Target, IKEA, Williams Sonoma, Sur la Table, OXO, Microplane e Cuisipro. Infine, abbiamo studiato 22 modelli aggiuntivi e testato sei nuovi modelli rispetto alle nostre prime scelte precedenti.

Per chi sono queste grattugia?Victorinox - Grattugia formaggio fine (articoli casa)

Una buona grattugia è uno strumento utile da avere per tutti i tipi di compiti, che si tratti di grattugiare patate per fare polpettine, carote per fare l’insalata di cavolo, parmigiano per un piatto di pasta o zenzero fresco per un pad Thai, per esempio. In confronto, un robot da cucina richiede più tempo per l’installazione e la pulizia. Inoltre, una grattugia è più adatta a piccole quantità e può essere tenuta sempre a portata di mano sul piano di lavoro. Una campana, di solito con diverse forme di fori su diversi lati, sarà l’opzione più versatile, mentre una lima piatta e stretta sarà più facile da maneggiare per gli agrumi e altri piccoli alimenti. Se cucini molto, potresti volerti attrezzare con entrambi.

Lo strumento deve essere ben affilato per essere efficace e limitare lo sforzo. Quindi, se usate regolarmente la stessa grattugia da diversi anni, probabilmente è il momento di sostituirla. I bordi diventano smussati con l’uso, come un coltello. Ma, a differenza di una lama, una raspa non può essere facilmente affilata. Più l’utensile è noioso, più forza ed energia saranno necessarie per affilarlo.

Come abbiamo fatto le nostre scelte

Volevamo trovare uno strumento unico ed efficiente per un massimo di compiti diversificati. Così abbiamo iniziato confrontando i quattro diversi stili di grattugie:

– La campana: Questa è la forma più comune. In concreto, si tratta di una lamiera d’acciaio piegata in quattro, e chiusa su se stessa, a formare un contenitore rettangolare aperto su due lati. Questi modelli hanno varie superfici: con fori medi e grandi; con fori molto piccoli o protuberanze che danno un tipo di formaggio in polvere come nei sacchetti industriali; e con un’affettatrice, una specie di mandolino fisso.

– La grattugia piatta: consiste di un solo lato della campana. Può essere tenuta in verticale o in orizzontale, sopra un piano di lavoro. La maggior parte ha un solo foro, ma alcuni ne hanno diversi, a volte completati da un’affettatrice.

– La lima: Ispirata ad un classico utensile per la lavorazione del legno, questa versione è tenuta da un’impugnatura e ha una superficie lunga e stretta più adatta ad operazioni delicate come ottenere la scorza di un agrume o i trucioli di una noce moscata. È disponibile anche in una versione leggermente più ampia a forma di pagaia.

– Il mulino: Con questo tipo di grattugia, il cibo (di solito formaggio duro) viene posto in un tamburo cilindrico e un meccanismo rotante lo fa passare attraverso i fori.

Ai nostri occhi, le campane sono le più utili: offrono diversi tipi di fori, sono le più comode da tenere e sono le più abili a contenere le fuoriuscite di cibo sbriciolato. Così ci siamo concentrati su questa forma, ma abbiamo anche testato grattugie piatte e lime, che possono essere più facili da maneggiare per scorticare un limone o per spolverare il formaggio su un piatto a tavola. Dato il loro uso limitato, non abbiamo incluso i mulini in questa guida.

I tipi di fori sulla grattugia

Indipendentemente dal tipo di raspa, esistono tre tipi di fori: quelli che vengono punzonati, quelli che vengono incisi e quelli realizzati combinando le due tecniche. Nel primo caso, la punzonatura di una lamiera d’acciaio provoca una sporgenza su un lato, che afferra il cibo, costringendolo contro il bordo per triturarlo. Nel secondo caso, le lamiere sono corrose da un processo chimico che le rende più sottili e flessibili, creando minuscoli denti affilati che mordono i pezzi.

Questi piccoli denti incisi possono sembrare preferibili perché sono più affilati, ma hanno le loro controparti. Nel suo confronto, il sito America’s Test Kitchen, basato su abbonamento, sottolinea che le superfici più rigide dei modelli punzonati producono trucioli spessi e uniformi, mentre i denti molto affilati delle raspe incise, che possono facilmente catturare il cibo, si piegano quando vengono utilizzati su verdure molto dense. C’è quindi meno contatto e questo si traduce in brandelli più corti e più sottili. Molti degli esperti che abbiamo consultato utilizzano quotidianamente semplici campanelli perforati. Abbiamo quindi testato entrambi i tipi di modelli.

Oltre allo stile, nella scelta delle grattugie da testare abbiamo considerato anche i seguenti criteri:

– Edge: Una grattugia deve tagliare efficacemente le verdure e il formaggio. Ci dovrebbe essere poca resistenza quando si grattugia o si affetta con un buon attrezzo e il risultato dovrebbe essere sufficiente per cucinare in modo uniforme o per fare una bella decorazione con la guarnizione. La grattugia deve essere abbastanza affilata da rimuovere la buccia di un limone senza attaccare la polpa del frutto.

– Versatilità: Abbiamo preferito le grattugie a più facce con diverse dimensioni dei fori. I grandi fori (il cui diametro varia a seconda del modello) sono utili per le verdure (patate, carote) e per i formaggi a pasta molle (come il cheddar o la mozzarella). I fori più fini sono adatti per la scorza degli agrumi, l’aglio, la noce moscata, lo zenzero e i formaggi più duri come il parmigiano o il pecorino. Alcune campane hanno anche una taglierina su un lato per affettare le verdure come barbabietole o patate.

– Solidità: Una buona grattugia deve poggiare saldamente contro una superficie di lavoro, un tagliere o una piastra per funzionare in modo sicuro. Per una campana, una base stabile rende il lavoro più facile. Su una raspa piatta, un bordo di presa aiuta. L’oggetto dovrebbe anche essere costruito in modo solido, con bordi metallici che non si piegano sotto la pressione di un vegetale duro.

– Comfort: Il manico deve essere comodo e non troppo ingombrante, da tenere per una lunga sessione. Idealmente, l’impugnatura non dovrebbe scivolare quando è bagnata.

– Facilità di pulizia: la grattugia dovrebbe essere facile da pulire tutti i pezzi di cibo rimasti e pulire tutte le parti della grattugia facilmente. Anche se abbiamo cercato soprattutto raspe lavabili in lavastoviglie, i nostri specialisti raccomandano il lavaggio a mano per prolungare la vita del tagliente.

– La capacità di contenere : Le campane alte sono le più efficienti per contenere i pezzi tagliati. Per tutti gli altri stili di grattugie, abbiamo cercato modelli con contenitori che raccolgono i trucioli ed evitano di metterli dappertutto. Alcuni hanno anche un contenitore che protegge le lame quando vengono conservate.

Multifunzione Grattugia Formaggio Manuale da Cucina in Acciaio ...
Come abbiamo fatto i nostri test per trovare la migliore grattugia

Ecco quello che abbiamo grattugiato e sparato per le nostre prove:

– Carote: Abbiamo sbucciato mezza carota con i grandi buchi di ciascuna campana per misurarne la velocità rispetto alle verdure dure. Cercavamo fili lunghi e regolari che cucinassero in modo uniforme e che stessero bene in insalata di cavolo, torta di carote o polpettine.

– Patate: Abbiamo affettato mezza patata con ciascuna delle campane con una lama grande per misurare la regolarità dei pezzi.

– Mozzarella: Abbiamo grattugiato 110 grammi di mozzarella con i grandi buchi di ogni campana. Abbiamo osservato la facilità del compito, la regolarità dei trucioli ottenuti rispetto a possibili briciole, pezzi deformati o strappati (quando la zolla si rompe in più pezzi, diventa ancora più difficile da grattugiare). Abbiamo anche notato quando il formaggio volava in tutte le direzioni, richiedendo una grande pulizia in seguito.

– Pecorino: Abbiamo grattugiato 30 g di pecorino con i fori fini di ogni campana e con le lime. Anche in questo caso, abbiamo osservato se le grattugie tendevano a sbriciolarsi, a strappare il formaggio o a metterlo ovunque, e abbiamo cercato di ottenere filamenti omogenei per dimensioni e forma.

– Limone: Abbiamo spolverato un limone con i buchi fini di ogni campana, così come con le lime piatte e le grattugie. L’obiettivo: produrre una scorza abbastanza fine da incorporarla in una vinaigrette o in una torta di meringa al limone. Abbiamo rimosso dei punti dai modelli che tagliavano la pelle bianca sotto la crosta. Abbiamo anche testato la facilità di manipolazione intorno alle estremità arrotondate degli agrumi.

– Noce moscata: Abbiamo grattugiato una bacca con i fori fini di ogni campana, lima e raspa piatta per valutare come i denti hanno attaccato la durezza della noce moscata.

– Zenzero: Abbiamo grattugiato un pezzo di zenzero di 2,5 cm con i fori sottili di ogni campana, lima e grattugia piatta per misurare la capacità dei modelli di affrontare i filamenti della radice.

Durante i nostri incarichi, abbiamo anche considerato la stabilità di ogni modello su un piatto o un tagliere durante il lavoro, e il comfort nel palmo della mano. Dopo ogni seduta, abbiamo lavato a mano le raspe e valutato la loro facilità di pulizia.

La migliore grattugia secondo noi

La campana a quattro facce Cuisipro Surface Glide è uno strumento eccezionale che fa a pezzi velocemente molti tipi di cibo, rendendo il compito piacevole, piuttosto che noioso. Grazie ai suoi denti affilati, è più efficiente della maggior parte degli altri modelli testati. È anche la grattugia più versatile che abbiamo provato, dato che è l’unica che ha quattro lati (con fori grandi, fori medi, fori fini e uno splitter) che funzionano tutti molto bene. I suoi lati dritti e verticali sono più facili da usare rispetto alle raspe piatte o arrotondate. Infine, questa campana si distingue anche per le sue caratteristiche aggiuntive, come la base antiscivolo rimovibile e i segni graduati sul bordo.

I denti incisi del Cuisipro sono naturalmente più affilati di quelli di una raspa d’acciaio punzonata. Questo permette loro di attaccare verdure e formaggi con pochissima resistenza, il che significa meno forza e meno energia da investire. Nelle nostre prove, anche lo zenzero era facile da scheggiare, che di solito è un disastro con una campana. Il Cuisipro ha tagliato la radice fibrosa in modo pulito e l’ha ridotta rapidamente in polpa.

Siamo rimasti colpiti dall’utilità dei quattro lati del Cuisipro. Uno dei due lati più larghi ha fori grandi adatti alle verdure e l’altro ha fori medi, che noi preferiamo per le scaglie di formaggio fine. Sui lati più stretti c’è una lama per affettare da un lato e fori sottili per la scorza dall’altro. Alcune delle facce degli altri modelli che abbiamo testato erano superflue, nonostante le variazioni nelle dimensioni dei fori, perché producevano risultati più o meno simili tra loro.

I denti incisi del Cuisipro sono naturalmente più affilati di quelli di una raspa d’acciaio punzonata.

I fori più piccoli del Cuisipro hanno denti fini e affilati, che si tagliano facilmente nella scorza di un limone, di una noce moscata o di un formaggio a pasta dura. La maggior parte delle altre campane si sono rivelate disastrose di fronte a un limone, rimuovendo troppa carne e lasciando una pelle bianca e irregolare con buchi in alcuni punti. Nessun’altra campana ha fatto altrettanto con la noce moscata. E le grattugie punzonate, come il modello Cuisinart che abbiamo testato, hanno solo piccoli urti a forma di stella che riducono il formaggio duro in polvere, ma si intasano rapidamente con altri alimenti.

L’affettatrice del Cuisipro è abbastanza affilata da prendere il posto di un mandolino, se necessario. Produce fette sottili di patata, ideali per gratinare o anche per fare patatine spesse. Su altri campanelli come il Cuisinart o il Microplano quadrilatero, le affettatrici non sono abbastanza affilate per tagliare il tubero in modo netto. Il risultato: dischi deformati e irregolari.

Cosa ci è piaciuto di più

Ci è piaciuto il comodo manico arrotondato del Cuisipro, che segue sapientemente la forma del palmo. Durante le nostre prove, abbiamo anche scoperto che grattugiare verticalmente su una campana come questa era molto più facile che orizzontalmente con una raspa piatta. Da un lato, la gravità gioca nella giusta direzione. D’altra parte, è più facile fare il gesto verso il basso, per un miglior controllo, piuttosto che dover fare il gesto verso l’esterno o di lato. Con una raspa piatta a forma di pagaia, ci si trova a dover spingere l’oggetto sia contro la superficie di lavoro che contro il cibo, che è molto meno stabile.

Per ottenere trucioli uniformi, abbiamo preferito le superfici piane del Cuisipro. Le grattugie curvate, come il Norpro con contenitore, creano delle cavità nel cibo che viene grattugiato (soprattutto con carote e patate). Abbiamo trovato difficile grattugiare in modo uniforme con un utensile curvo, che lascia piccoli pezzi appuntiti che si rompono e non possono essere grattugiati.

Migliore delle concorrenti

Il Cuisipro è migliore della maggior parte dei suoi concorrenti. Solo il manico è in plastica e viene assemblato con cura insieme al resto del manico. A differenza delle campane di fascia bassa, come l’acciaio inossidabile Norpro o il Cuisinart, i bordi superiore e inferiore sono arrotolati con cura per evitare che i pezzi si incastrino in essi. Il Cuisipro ha anche scanalature verticali parallele su tutta la superficie, una caratteristica unica. Il marchio si riferisce a questo come “tecnologia di scorrimento” e indica che queste scanalature riducono la resistenza, il che è vero. Abbiamo scoperto che qualsiasi cibo che stiamo triturando va dritto al piatto, piuttosto che fermarsi a metà strada o urtarsi più volte prima di cadere, come accade in molti altri modelli.

Questa grattugia non aveva bisogno della sua base in plastica per evitare che traballasse, ma questo coperchio rimovibile è molto utile per certi compiti. Serve come fondo, che si aggancia e sgancia come una sorta di tappo, e permette di trattenere i filamenti, ma anche di misurare la quantità grattugiata, grazie alle graduazioni in “tazze” e millilitri sui bordi.

Una maniglia sulla base permette di rimuoverlo facilmente quando necessario e tiene anche le mani lontane dai denti affilati. Fondi simili su altri modelli si sono dimostrati molto più difficili da rimuovere, richiedendo un po’ di armeggi. Questo coperchio può essere usato anche come grattugia per lo zenzero ed è uno dei pochi che abbiamo testato che riesce a produrre il succo desiderato (anche se preferiamo ancora grattugiare questo ingrediente sui denti fini del Cuisipro).

Infine, il Cuisipro è coperto da un’impressionante garanzia di 25 anni. Dopo diversi anni di utilizzo, possiamo dire che regge bene.

I suoi difetti, che non sono proibitivi

Il Cuisipro non è l’ideale per grattugiare la mozzarella. Ma, a suo credito, poche grattugie lo fanno con brio. Nei nostri test, praticamente tutti i modelli hanno causato lo sgretolamento dei grumi o addirittura la loro rottura in pezzi. Poiché i denti del Cuisipro sono particolarmente affilati, non è possibile forzare i detriti attraverso i fori, a meno che non si indossino guanti protettivi.

Mentre i fori medi e grandi del Cuisipro sono larghi 9 cm, i lati per la scorza e l’affettatrice sono larghi solo 5,7 cm. Non è molto grave quando si affetta un limone o una noce moscata, ma può essere uno svantaggio quando si affetta una patata o una barbabietola di grandi dimensioni. E anche se i denti del Cuisipro grattugiano facilmente e quindi più velocemente, danno anche un risultato più fine, che richiede più passaggi rispetto ai suoi concorrenti.

Tutti i modelli che abbiamo considerato sono lavabili in lavastoviglie, ma Cuisipro consiglia di lavare le grattugie a mano. Un portavoce ci ha avvertito che metterli nella macchina troppo spesso può rendere le lame opache, proprio come con un coltello da cucina. Tuttavia, come tutte le grattugie che abbiamo testato, si è dimostrato molto facile da pulire sotto il rubinetto con una spugna e un po’ di detersivo per piatti.

Obbligazioni a lungo termine

Da quando abbiamo fatto le prime scelte per questa guida tre anni fa, diversi membri del team di Wirecutter utilizzano regolarmente il Cuisipro. Tutti ci hanno detto che la loro grattugia continua ad affettare in modo efficiente e facile, e che è rimasta ultra affilatissima, anche perché si sono preoccupati di pulirla a mano, con una spugna saponata, invece di metterla in lavastoviglie.

Salade MinuteLa nostra scelta a basso budget: IKEA 365 + Värdefull

Questo modello molto conveniente non è così efficace per la scorza degli agrumi o per grattugiare le spezie, ma i suoi denti bidirezionali attaccano bene il formaggio e le verdure.

L’IKEA 365 + Värdefull non costa molto, ma funziona benissimo se basta grattugiare grossolanamente le verdure o il formaggio. Ma non brilla quando si tratta di zampillare. Nonostante il suo basso prezzo, resiste bene nel tempo e in anni di test a lungo termine. I suoi fori perforati a due vie velocizzano il processo, anche se il gesto è un po’ a scatti a causa dei dossi. Un contenitore che si inserisce all’interno raccoglie i pezzi, ma il piano di lavoro si sporca ancora un po’ con il Värdefull. E’ anche meno stabile della nostra prima scelta. Tuttavia, rispetto ad altre opzioni a basso budget, è la migliore alternativa.

Il Värdefull è progettato per essere utilizzato sia in verticale che in orizzontale. Questo dà la flessibilità necessaria per trovare una posizione confortevole. Ha solo due dimensioni di foro (grande e piccolo). Contrariamente alla nostra prima scelta, non è quindi adatto per una scorza fine o per il formaggio in polvere a pasta molle. Dato che i fori sono punzonati e non incisi, e quindi meno taglienti, si possono spingere gli ultimi pezzettini di mozzarella senza preoccuparsi di grattarsi le dita (anche se bisogna sempre fare attenzione). I filamenti ottenuti dalle due dimensioni dei fori sono più corti e più irregolari rispetto ai risultati lunghi e uniformi del Cuisipro.

Il contenitore di questa grattugia

Il contenitore che si inserisce all’interno del Värdefull funziona piuttosto bene per evitare di metterlo dappertutto, cosa che chiaramente accade quando non viene utilizzato, in quanto la grattugia ha due lati all’aperto. Devi ancora fare il gesto sopra un piatto o una tavola, perché alcuni pezzi cadono dalla faccia della grattugia. I trucioli tendono ad accumularsi anche nel foro formato dal manico del contenitore. Questo è un piccolo inconveniente quando si cerca di rimuovere i pezzi per pulire la grattugia, ma non è un difetto importante.

Questa grattugia è economica, ma è abbastanza comoda da tenere e relativamente robusta. Il suo manico è più stretto rispetto a quello di altre campane che abbiamo testato, probabilmente più adatto alle mani piccole. L’oggetto tende a inclinarsi un po’ più avanti e indietro rispetto alle altre campane. Forse ha bisogno di essere tenuto più saldamente del Cuisipro, ma lo abbiamo trovato più stabile dell’OXO bifacciale con i lati aperti. La grattugia Ikea è anche lavabile in lavastoviglie. E se lo lavate a mano, ricordatevi di strofinarlo lateralmente per evitare di strappare la spugna con i fori su due lati

Questa raspa ha retto bene negli ultimi tre anni da quando l’abbiamo testata per la prima volta. Winnie Yang continua ad usarlo e lo consiglia per la grattugiatura veloce di grandi quantità. Poiché non è affilato come il Cuisipro, il rischio di grattarsi le dita è minimo.

Consigliamo anche: Microplane 46020 Premium Classic

Questo Microplane ha denti affilati e una superficie più stretta, che permette di raggiungere ogni angolo di un formaggio al limone o a crosta.

Il Microplane 46020 Premium Classic è lo zester più preciso che abbiamo trovato e uno dei più affilati. Questo strumento snello e maneggevole è dotato di fori anche sui bordi arrotondati della sua pialla stretta, in modo da poter vedere le curve degli agrumi. Il Microplane è più adatto per piccoli alimenti come la noce moscata, l’aglio o gli agrumi. Mentre può anche creare rapidamente piccole pile di formaggio in polvere, noi preferiamo il Cuisipro per i cibi più grandi.

I denti taglienti e incisi del Microplane rimuovono la scorza con la giusta delicatezza e cura. Hanno a malapena danneggiato la buccia bianca degli agrumi e riescono persino a rasare la punta del limone. Affettano le fibre di zenzero con la stessa efficacia del Cuisipro e possono arrivare fino all’ultimo pezzetto di formaggio appeso alla crosta. Abbiamo scoperto che la pialla stretta aveva meno probabilità di prendere dita o chiodi rispetto alla sua versione più ampia, la serie Microplane Professional, la nostra prima scelta.

Il Microplane può raggiungere la buccia anche sulla punta di un limone.

L’impugnatura in gomma antiscivolo del Microplane è più comoda da tenere rispetto a quella delle raspe metalliche più pesanti. Abbiamo letto una serie di avvisi che questa maniglia potrebbe rompersi, ma molti membri del team di Wirecutter hanno avuto questo strumento affidabile per anni e non hanno incontrato alcun problema.

Manutenzione e pulizia di questa grattugia

Tutte le grattugie che abbiamo testato sono facili da pulire: basta tenerle sotto un rubinetto d’acqua calda e strofinarle con una spugna saponata, facendo attenzione a non strofinare nel senso opposto della lama (con il rischio di strappare la spugna a brandelli). Idealmente, la raspa dovrebbe essere risciacquata subito dopo l’uso, per evitare che i pezzi di cibo si induriscano in angoli difficili da raggiungere.

Quasi tutti i modelli che abbiamo provato possono essere messi in lavastoviglie. Ma lavarli a mano, come raccomandato da Cuisipro, li terrà affilati più a lungo. Piccoli pezzi di cibo possono rimanere incastrati tra i denti, soprattutto quelli più piccoli. Microplane consiglia quindi di lasciare l’utensile in ammollo in acqua calda prima di strofinare delicatamente con uno spazzolino in direzione dei denti.

Come con un coltello, è meglio conservare una raspa in un luogo dove non venga urtata contro altri oggetti, che la smusserebbero. Se il modello viene venduto con una guardia, è possibile utilizzarlo per proteggere la raspa, così come le mani.

Concorrenti: non è facile scegliere la propria grattugiaSalade Minute

  • Il 5 in 1 Microplane Elite quadrilatero: Ci è piaciuta molto questa campana con i suoi denti fini e affilati, alla pari di quelli del Cuisipro quando si tratta di triturare verdure dure o di scorticare agrumi. Questo modello 5 in 1 ha un fondo facile da rimuovere che raggiunge i pezzi ed è graduato. Tuttavia, può essere difficile da trovare e costa molto di più della nostra prima scelta.
  • Serie speciale Microplane a quattro lati: questa grattugia a quattro lati è la nuova prima scelta di Cook’s Illustrated. Ma lo troviamo meno solido della nostra prima scelta a causa dei suoi piedi più sottili. Non ha un recipiente a sportello e si è piegato sotto pressione quando abbiamo forzato un po’ per il cibo più duro.
  • La grattugia a quattro facce Cuisinart CTG-00-BG: due delle facce di questa grattugia economica sono inutili: la faccia di taglio è smussata e rovinata, mentre la faccia con i fori a forma di stella è stata invasa dal pecorino, che ha rapidamente intasato le aperture. La nostra scelta a basso costo è più efficiente e costa la metà.
  • Il file Cuisipro Surface Glide Technology File: Il cibo si impiglia spesso nei denti di questo file, creando molta resistenza. Questo modello non è così efficace come la nostra prima scelta per attaccare pezzi di zenzero o noce moscata.
  • Il Cuisipro Fine Rasp V in acciaio inossidabile: ha dimostrato di essere quasi altrettanto efficace quanto il Microplane per la scorticatura degli agrumi e la formazione di scaglie di formaggio in polvere. Ma è tutto in metallo e quindi più pesante in mano di tutti gli altri modelli che abbiamo testato. Inoltre, non ha spigoli arrotondati che permettono di raggiungere ogni angolo come il Microplane.

E ancora…

  • Il Cuisipro ha dei fori molto grandi: Questa grattugia a forma di paletta, della serie V Grattugia di Cuisipro, merita tutta la nostra attenzione. Siamo rimasti molto colpiti dal suo lavoro bello e pulito sulle carote (per non parlare della facilità e della velocità con cui abbiamo portato a termine questo compito). Tuttavia, poiché la grattugia Cuisipro V Grattugia ha una sola dimensione di foro, non è così versatile come la nostra prima scelta.
  • La campana Cuisipro a sei facce: nel complesso, ci è piaciuta questa grattugia. Ma a meno che non abbiate esigenze particolari in termini di presentazione sul piatto, riteniamo che il quadrilatero sia sufficiente. Il modello a sei lati è quasi il doppio di quello a quattro lati. Tuttavia, ogni lato offre una superficie del reticolo di soli 5,7 cm. Si tratta delle dimensioni dei lati più stretti della nostra prima scelta.
  • La OXO a due facce: Ci piace il design elegante di questa raspa pieghevole salvaspazio. Si è dimostrato il migliore per grattugiare la mozzarella. Ma è fatto di plastica di bassa qualità, il che non ci permette di tenerlo nella classifica finale.
  • La serie Microplane Professional con grandi fori: Microplane chiama “grandi” i denti di questa grattugia, ma i fori sono troppo piccoli per la mozzarella o per ottenere spessi trucioli di carota.
  • Microplane Professional con fori molto grandi: Anche in questo caso, ci piace la costruzione solida, quasi tutta in metallo, della serie Microplane Professional, ma abbiamo avuto problemi a grattugiare una palla di mozzarella (ci sono state molte lacrime, si è sbriciolata, e ne abbiamo messa un sacco ovunque), così come le carote (un sacco di scatti e interruzioni) sui grandi fori di questa grattugia.
  • La serie Gourmet Microplane ha fori molto grandi : Il Gourmet, come il Professional con fori molto grandi, era nella media. Ma noi preferiamo la serie Professional alla serie Gourmet perché contiene meno plastica e il manico è più comodo per le mani piccole.
  • L’OXO con grandi fori : È uno dei modelli migliori da tenere in mano per tritare le carote e ottenere trucioli uniformi e dall’aspetto professionale, ma è molto male per la mozzarella: troppo strappata e sbriciolata.

E poi …

  • La OXO Good Grips zester: i suoi denti catturano gli agrumi un po’ troppo. E quando si supera questo attrito, lo scoppio improvviso può mandare il valzer di gioia. Troppi pezzi di formaggio duro si sono strappati e sbriciolati rispetto ad altre grattugie piatte, e si ha anche difficoltà a grattugiare la noce moscata.
  • La grattugia a foro medio OXO Good Grips: Con i suoi fori a due vie, ci siamo sentiti come se stessimo grattugiando più velocemente e il risultato è stato vicino al formaggio grattugiato preconfezionato. Ma i pezzi tendevano a raggrupparsi e la grattugia provocava troppi strappi e sbriciolamenti. In realtà chiameremmo i suoi buchi “estremità” piuttosto che “mezzi”.
  • Il KitchenIQ Better Zester: Questo modello è una versione migliorata della lima, con un misurino che si attacca alla grattugia e una superficie antiaderente. Forma dei bei nastri lunghi e sottili di scorza, ma può rimuovere troppa corteccia se non si sta attenti.
  • La campana OXO Good Grips: Questa campana ha un profilo slanciato ed è arrivata seconda per l’evento della mozzarella, dietro la OXO bifacciale. Tuttavia, è stato mediocre in tutto il resto del mondo. E il contenitore stretto venduto con esso dà troppa altezza all’oggetto, aumentando il rischio di ribaltamento, che non è molto comodo da usare. Inoltre, la sua base antiscivolo rimovibile crea un grande foro in cui i pezzi di cibo si incastrano.

Di nuovo Cuisipro…

  • Il Cuisipro doppio: questo modello di lima incisa ha denti di medie dimensioni su una metà e denti fini per la scorza dall’altra. Ha una protezione che ne copre la metà e può scorrere su e giù (ma protegge solo un lato quando la grattugia è conservata in un cassetto). I denti fini tagliano un po’ troppo la scorza e si può finire per toglierne più di quanto si vorrebbe, a meno che non si grattugi solo con piccoli e rapidi colpi. L’elsa è difficile da far scorrere su e giù. Alla fine, è stato mentre cercavamo di spostarlo che ci siamo sentiti più in pericolo!
  • Il KitchenIQ V inciso con contenitore: Questo set ha lame molto affilate. È stato tra i migliori per grattugiare il pecorino romano. Ma proprio come la versione piatta e con grandi buchi di KitchenIQ, questa tende a spremere il succo dalle carote quando si cerca di grattugiarle. È anche il modello più costoso che abbiamo visto.
  • L’IKEA Stralande: Questa grattugia può essere la cosa giusta se sei disperatamente a corto di spazio. Ma la sua pialla è troppo stretta per grattugiare carote o patate contro i suoi grandi fori. E questa superficie limitata limita anche le possibilità con la mozzarella o il formaggio cheddar. I buchi fini, però, fanno un lavoro onesto sui formaggi a pasta dura, senza sbriciolarsi troppo.
  • The New Metro Design ZestN’est: Al di là del fatto che ha un aspetto sfortunato come la grattugia Ped Egg, questo zester ha diversi difetti. Il suo cosiddetto design ergonomico è troppo largo per essere tenuto comodamente da mani piccole. Il suo coperchio di plastica e il contenitore sono entrambi difficili da rimuovere. E ci sono semplicemente troppi pezzi di ricambio.

 

Gratì 2.0 Arancio - Ariete
Il Norpro a quattro lati con contenitore : I lati curvi di questo modello rendono difficile ottenere un risultato uniforme. Occupa anche molto spazio: la sua base misura 16,5 cm per 12,7 cm, contro i 10 cm per 7,5 cm della maggior parte degli altri.

E ancora …

  • Acciaio inox Norpro: Questa grattugia di base è molto più sottile della versione in contenitore e fa un buon lavoro sulla maggior parte degli alimenti. È uno dei modelli più economici disponibili, e la qualità è notevole: il bordo rotolato verso il basso sporge un po’ troppo e può afferrare i pezzi grattugiati, l’impugnatura è allentata e nel complesso appare abbastanza fragile.
  • La campana RSVP International: si tratta di una campana standard di alta qualità, solida e ben fatta. Ma non si è distinto durante i nostri test. Era meno efficace per grattugiare le carote rispetto al più economico modello Norpro.
  • L’IKEA Idealisk: a 5,99 euro, è uno dei modelli più economici che abbiamo testato. È molto simile all’acciaio inossidabile Norpro nella progettazione e nella costruzione, ma lo abbiamo trovato meno tagliente. E’ arrivato in fondo alla classifica a prova di carota.
  • Il Rösle con grandi buchi: Questo modello incredibilmente robusto è uno dei più resistenti e più adatti per lavori pesanti. È anche molto grande, con 40 cm di lunghezza e 10 cm di larghezza. I fori sono anche molto più grandi della media, e ben più affilati della media. Ma dato il suo prezzo, le prestazioni e lo spazio, i possibili utilizzi sono troppo limitati per poterlo raccomandare.
  • Il Browne Cuisipro con grandi fori : A Good Housekeeping non è piaciuto questo modello: “Anche se la grattugia Cuisipro Large Hole Grater è ben fatta, non siamo rimasti impressionati dalle sue prestazioni. “E siamo d’accordo. Questa grattugia piatta può assumere grandi lavori, come la Rösle, ed era accettabile per la mozzarella, ma produceva trucioli di carota molto piccoli.
  • La Grattugia per formaggio doppio Chef’n 2 in 1: Geniale: a seconda che si giri questa grattugia piatta, si ottengono i fori grandi o quelli medi. Occupa pochissimo spazio, ma non ha primeggiato in nessuno dei nostri test.
  • Il set completo di grattugia e affettatrice OXO Grattugia e affettatrice: le carote tendono a rimanere incastrate in questa grattugia, il che è particolarmente problematico poiché, quando si grattugia orizzontalmente, è probabile che ci si gratti le dita. Le piastre intercambiabili non tengono molto bene.

Fonti

Tara Marchionna, Product Design Engineer, intervista telefonica, 8 gennaio 2015

Joan Nathan, autrice di libri di cucina ed esperta di cibo, intervista telefonica, 14 dicembre 2015

J. Kenji Lopez-Alt, Direttore Culinario di Serious Eats, intervista telefonica, 2 febbraio 2015

Grattugie, America’s Test Kitchen

Nicki Pendleton Wood, revisione attrezzature : Grattugie a scatola, cucina raffinata

Lillian Chou, libera professionista e consulente specializzata in cucina, intervista telefonica, 18 dicembre 2015

Alistair Bramley, product designer, intervista via e-mail, 14 gennaio 2015

Grattugia Recensioni, Buone pulizie

Grattugie Rasp, America’s Test Kitchen

Winnie Yang (Giornalista di Wirecutter negli Stati Uniti) , Anna Perling (Giornalista di Wirecutter negli Stati Uniti) e Mathilde Fassin (traduzione inglese)